Gravidanza e sport

donna in gravidanza

Quando si parla di gravidanza è sempre bene non trascurare nulla, tanto meno la pratica dello sport nel senso letterale del termine o una blanda attività fisica!

Chi lo ha detto che durante l’attesa non si può essere sportive?

Al contrario una sana e moderata attività fisica favorisce molti benefici per la futura mamma.
Ovviamente prima di continuare un’attività sportiva che si praticava prima dell’attesa o iniziarne una nuova è assolutamente indicato avere l’assenso del proprio ginecologo e avere delle accortezze in merito alle scelte sportive e all’impegno fisico.

Per la futura mamma quindi lo sport è benessere.

Infatti, se la gravidanza inizia e procede regolarmente senza problemi, l’attività fisica aiuta notevolmente il pancione! L’allenamento moderato stimola la circolazione del sangue, favorendo la maggiore ossigenazione della mamma e del bambino.
Inoltre aiuta a prevenire i problemi di ritenzione idrica, frequentissimi durante la gravidanza, con conseguente beneficio per la pesantezza delle gambe e l’aumento di peso!

L’allenamento della muscolatura garantisce poi un valido sostegno per il pancione, ogni mese più pesante, e per i dolori alla schiena che ogni mamma deve purtroppo sopportare.

Da sottolineare l’importanza dell’allenamento della muscolatura pelvica, da eseguire con l’aiuto e il sostegno del fisioterapista. E’ dimostrato infatti che allenare il pavimento pelvico non solo aiuterà durante il parto, in quanto i muscoli saranno più elastici e reattivi, ma soprattutto eviterà i classici problemi che molte donne devono affrontare dopo aver partorito, come dolori sessuali ed incontinenza urinaria, fino ad arrivare al prolasso nei casi più gravi.

La futura mamma deve ad ogni modo seguire poche ma importantissime regole per svolgere l’attività fisica senza problemi.

linfodrenaggio

Prima di tutto…lo sport fa bene ma non tutte le attività sono consigliate per una donna in gravidanza.

E’ bene dedicare particolare attenzione alla scelta dello sport da praticare:

  • Sono assolutamente sconsigliati infatti tutti gli sport o le attività estremamente faticosi o pericolosi per il bambino, che prevedono salti o corse o che possono produrre impatti.
  • Anche se se praticavano precedentemente…durante i nove mesi è meglio scegliere attività più soft.
  • Via libera invece allo yoga, lo stretching, la ginnastica dolce, e gli sport acquatici, in primis nuoto e acquagym che alleviano la schiena dal peso del bambino.
  • E’ di fondamentale importanza poi non trascurare la fase di riscaldamento prima e di stretching post allenamento. Questa fase prepara la muscolatura al lavoro successivo da praticare, riducendo il rischio di farsi male o di contratture e aiuta nel post allenamento a rilassare i muscoli dopo il faticoso lavoro.
  • Durante la gravidanza non bisogna chiedere troppo al proprio fisico. Si deve ricordare infatti che il nostro corpo deve già fare gli straordinari per l’enorme dispendio energetico che richiede il pancione. Quindi la regola d’oro è non strafare. Lo sport è un toccasana ma deve essere praticato con moderazione.
  • Se si sceglie di praticare sport è bene farlo almeno due/tre volte alla settimana. Di meno non servirebbe a nulla, né allo spirito tanto meno al fisico. Questa ovviamente è una regola che vale sempre anche quando non si è in stato interessante e per tutti!!!
  • L’ultimo accorgimento, ma direi il più importante, è quello di non trascurare i campanelli d’allarme che ci lancia il nostro corpo. Ovvero fiato corto, eccessiva spossatezza, contrazioni al basso ventre o addirittura perdite ematiche devono spingerci a fermarci e consultare immediatamente il ginecologo. Qualora proceda tutto bene, sarà possibile riprendere l’attività fisica.

Durante la scelta dello sport da praticare in gravidanza e nei nove mesi a seguire il fisioterapista può esserti molto di aiuto. Conosce infatti perfettamente l’anatomia del tuo corpo e della sua muscolatura e i problemi che la gravidanza inevitabilmente porta con sé. Saprà consigliarti su cosa è meglio fare per rafforzare i muscoli della tua colonna e supportare di conseguenza in modo migliore il peso del pancione.

La pesantezza alle gambe e la ritenzione idrica sono dietro l’angolo durante i nove mesi ed anche in questo caso il fisioterapista ci viene in aiuto. Un cauto linfodrenaggio infatti darà sollievo alle tue gambe stanche.
Infine ma non meno importante, il fisioterapista risulta fondamentale per aiutare la futura mamma con i frequentissimi problemi alla schiena e per la preparazione del pavimento pelvico allo stress del parto!


Detto questo buona gravidanza a tutte e vi aspettiamo!